Ancora in tema di congiunte violazioni della Costituzione e del diritto dell’Unione, dal punto di vista della Corte di giustizia (Prima Sez., 20 dicembre 2017, Global Starnet)

By on January 9, 2018
PAROLE CHIAVE

Lo scritto si sofferma su una pronunzia della Corte di giustizia (Prima Sez., Global Starnet) con cui il giudice dell’Unione rivendica a sé la competenza a pronunziarsi dietro rinvio pregiudiziale su norme dell’Unione stessa ritenute sostanzialmente coincidenti con norme della Costituzioni sulle quali il giudice costituzionale si sia, a sua volta, già pronunciato. Appare evidente la divergenza di orientamento rispetto alla sent. n. 269 del 2017 della Corte costituzionale, che riporta al sindacato di quest’ultima i casi di violazione di norme della Carta di Nizza-Strasburgo, pur laddove aventi natura self-executing, una divergenza per effetto della quale possono aversi conflitti tra le Corti anche gravi. Si prospetta quindi la soluzione di dar modo al giudice comune di scegliere a quale Corte rivolgersi, ponendo quindi in essere la tecnica di risoluzione delle antinomie a ciascuna di esse congeniale.

Missing Attachment

LEAVE A COMMENT

Email Subscription
Direttori
Andrea Buratti, Giuseppe Martinico, Oreste Pollicino, Giorgio Repetto, Raffaele Torino