Working Papers


VIEW POST

View more

È ancora richiesta “la stabile organizzazione”? Il caso dell’economia digitale

By on November 24, 2017

Una delle caratteristiche principali dell’economia digitale è quella di permettere alle imprese di svolgere le proprie operazioni prescindendo da elementi tangibili – tipicamente la sede dell’attività o il bene oggetto di cessione – che, nelle forme più tradizionali di commercio, consentono invece di collegare una transazione ad un certo territorio. Questo aspetto, esasperato dal tumultuoso avvento delle tecnologie digitali, ha reso inadeguati i tradizionali principi della fiscalità internazionale che, viceversa, attribuiscono un peso determinante ad elementi fisici e componenti tangibili. Numerose operazioni commerciali possono oggi essere effettuate in “rete” e il grado elevato di immaterialità che le contraddistingue rende…

PAROLE CHIAVE


VIEW POST

View more

Il dibattito pubblico come strumento di democrazia partecipativa. Una breve indagine comparata in occasione della sua introduzione nell’ordinamento italiano

By on November 8, 2017

Attraverso l’art. 22 d.lgs. 50/2016 (nuovo Codice degli appalti) è stato introdotto nell’ordinamento italiano il dibattito pubblico. Il dibattito pubblico prevede la partecipazione dei soggetti privati alle scelte delle istituzioni consentendo, di fatto, una notevole riduzione delle distanze tra decisore pubblico e soggetto destinatario della decisione stessa. Di seguito verrà definito il contesto all’interno del quale tale istituto si sviluppa, ovvero quello della democrazia partecipativa. Innanzitutto verranno individuate le caratteristiche che gli strumenti partecipativi devono necessariamente possedere per poter essere definiti tali; in secondo luogo si darà conto, seppur sinteticamente, del grande apporto dato alla democrazia partecipativa dalla Convenzione…

PAROLE CHIAVE


VIEW POST

View more

La commissione di venezia e le democrazie mature. Un focus sul parere 827/2015 sulla riforma della corte costituzionale spagnola

By on June 29, 2017

Recently the Venice Commission, the Council of Europe’s advisory body on constitutional matters, adopted an “Opinion on the law of 16 October 2015 amending the Organic Law No. 2/1979 on the Constitutional Court”. This comment, by analysing the Opinion, aims to highlight the growing tendency of the Commission to deal not only with new-established democracies but also with well-established democracies like, for instance, Spain. Furthermore, the comment will underline the Commission’s fundamental contribution to the process of internationalization of constitutional law through the identification of some common Europea standards and constitutional traditions.

PAROLE CHIAVE


VIEW POST

View more


VIEW POST

View more

La illegittimità costituzionale sopravvenuta della sanzione amministrativa non travolge il giudicato. Note a margine di Corte Cost., 24 febbraio 2017, n. 43

By on May 31, 2017

In the recent decision n. 43/2017, the Constitutional Court established that the judgment on sanctions, qualified as administrative but criminal in nature, for the purpose of the Articles 6 e 7 ECHR, can not be overturned if the authorizing statute is subsequently found unconstitutional. This paper aims at addressing the problem of the relationship between the effects of the uncostitutional statute and the power to impose administrative sanctions. Moreover, it intends to verify if the nullum crimen sine lege principle is respected and if there are legal remedies to recover the penalty.

PAROLE CHIAVE
Archivio Working Papers
Email Subscription
Coordinamento
Andrea Buratti, Giuseppe Martinico, Oreste Pollicino, Giorgio Repetto, Raffaele Torino