Convegno annuale di Diritti comparati

Siamo lieti di invitarvi al convegno annuale di Diritti comparati "L'indipendenza delle corti nel diritto costituzionale, comparato ed europeo", che si terrà il 18 e 19 ottobre presso l'Università Commerciale "L. Bocconi" di Milano. L'evento vedrà ospiti, tra gli altri, il presidente della Corte europea dei diritti dell'uomo Guido Raimondi, il vicepresidente emerito della Corte di giustizia Antonio Tizzano, il primo presidente della Corte di Cassazione Giovanni Mammone, e il giudice costituzionale Francesco Viganò.  Il convegno è organizzato in collaborazione con il Jean Monnet Module "Eur. Publ. ius- European Public Law-ius" e con la Scuola di Giurisprudenza dell'Università Bocconi. Iscrizioni online al link: www.unibocconi.it/eventi


L’indipendenza delle corti nel diritto costituzionale italiano, comparato ed europeo

La Rivista di Diritti Comparati promuove una call for papers destinata a giovani studiosi (ricercatori, assegnisti, dottorandi di ricerca) ed esperti volta ad approfondire il tema dell’indipendenza delle corti nel diritto nazionale, comparato ed europeo.

Lo studio che si intende avviare è mirato all’individuazione dello status quo relativo alle corti di diverse giurisdizioni, al fine di delineare i contorni delle garanzie iniziali rilevanti – date, per esempio, dai procedimenti di nomina/elezione – poste a presidio dell’indipendenza nei diversi contesti ordinamentali.

I paper selezionati saranno destinati alla presentazione nell’ambito del Convegno annuale di Diritti Comparati, in programma il 19 ottobre 2018 [TBC] presso l’Università Commerciale “L. Bocconi” di Milano e alla successiva pubblicazione, previo esito positivo della procedure di referaggio a “doppio cieco”, all’interno dell’ultimo numero della Rivista di Diritti Comparati in pubblicazione nel 2018.

DOWNLOAD


Auguri da diritticomparati

Buon Natale e Buon anno dalla redazione di diritticomparati.it.
Le pubblicazioni riprenderanno l'8 gennaio.


La sentenza Taricco 2 della Corte di Giustizia

Visualizza la sentenza qui.


Save the date:
Il mercato fra poteri privati e poteri istituzionali

3° Convegno annuale di Diritti Comparati

Sede: Roma, Università degli Studi Roma Tre, Dipartimento di Scienze Politiche, Sala del Consiglio, via G. Chiabrera, 199
Data: 15 novembre 2017
Orario: 10.00-13.00 / 15.00-17.00

Mattina: relazioni di Marco Bassini, Corrado Caruso, Maurizia De Bellis, Claudio di Maio e Francesco Saitto (coordina Salvatore Bonfiglio).
Pomeriggio: tavola rotonda con Fabrizio Cafaggi, Maria Rosaria Ferrarese, Giovanni Pitruzzella e Vincenzo Zeno-Zencovich (coordina Massimo Siclari).


Le ragioni di un nuovo inizio

Inauguriamo oggi – in questa veste più funzionale e ci auguriamo anche visivamente più accattivante – una nuova stagione di diritticomparati.it.

Non si tratta solo di un restyling grafico: il progetto originario, nato ormai sette anni fa, si aggiorna anche nei componenti del gruppo di coordinamento, nella redazione e nei contenuti.

E rilancia.

Giuseppe Martinico e Giorgio Repetto – membri della prima ora della redazione – si uniscono ora ai coordinatori originari, Andrea Buratti e Oreste Pollicino, ed a Raffaele Torino, entrato a far parte del gruppo qualche anno fa. Un allargamento che riflette la condivisione del progetto culturale, rispondendo all’esigenza di ripartire nuove responsabilità e accresciuti impegni.

Ed infatti – qui le novità nella struttura e nei contenuti – nasce oggi una vera e propria Rivista elettronica Rivista di diritti comparati, che si affianca al blog e ai Working Papers.

Negli anni trascorsi il nostro blog ha pubblicato oltre 1.000 post, passando in rassegna le principali novità normative, giurisprudenziali e politico-istituzionali in Europa, ma anche negli Stati Uniti, nei Paesi Arabi e in America Latina. I temi di attualità si sono susseguiti e rincorsi: il dialogo tra le Corti, il ruolo della Carta di Nizza, le più significative sentenze della nostra Corte costituzionale e delle Corti di altri Stati, i grandi temi dell’uguaglianza e della tutela dei diritti fondamentali, il destino dell’Europa, gli scenari delle democrazie nel mondo.

In questo percorso, pur breve ma tanto denso di avvenimenti complessi e ambivalenti, non è mai venuto meno il nostro intento: rimanere fedeli alla primaria vocazione scientifica e culturale del progetto attorno a cui si sono riconosciuti tanti giovani giuristi (ma non solo) di diversa formazione. Siamo consapevoli che un blog, per sua natura, non può aspirare alla completezza e alla profondità di analisi tipiche di altre forme del dibattito scientifico, ma proprio la sua agilità può forse – meglio di altre sedi – sollecitare interrogativi, fare emergere tendenze innovative, dare risalto a temi apparentemente marginali, promuovere un confronto più spontaneo ed immediato.

Tutti obiettivi che alimentano la scienza giuridica e la sollecitano a fare i conti con un mondo in rapida trasformazione, più o meno palese. È stato sempre questo il tratto comune a tutti i giovani studiosi che hanno dato corpo alla nostra redazione e che negli anni hanno destinato a questo blog i loro lavori: spesso prime stesure di pubblicazioni più meditate, talora commenti a prima lettura, spesso anche analisi dettagliate e ricche, veri e propri studi di respiro e qualità. A tutti gli autori di diritticomparati.it rinnoviamo il nostro ringraziamento e l’invito a continuare a proporci idee e riflessioni.

Proprio la qualità di questo impegno – così come l’apprezzamento diffuso che abbiamo avvertito nei confronti del progetto e l’entusiasmo rinnovatosi anche in occasione dei primi seminari di diritticomparati fino ad ora svoltisi – ci hanno spinto a creare uno spazio più idoneo per le pubblicazioni scientifiche, un luogo dove fare ulteriormente evolvere il nostro progetto. La Rivista di Diritti Comparati inizierà la pubblicazione dei contributi nei prossimi giorni, e sarà consultabile su questo sito articolo per articolo e per fascicoli quadrimestrali. La Rivista raccoglierà contributi in italiano, inglese, spagnolo e francese, cercando di rispondere al pluri-linguismo che, del resto, ha caratterizzato in questi anni il blog. Norme editoriali e ulteriori dettagli sono disponibili qui.

L’idea comune resta quella, immutata nel suo messaggio essenziale, di studiare la cultura dei diritti fondamentali e le sue trasformazioni in una prospettiva comparata, confrontandoci con le regolamentazioni, le giurisprudenze, le politiche, le storie nazionali e sovranazionali, la letteratura scientifica italiana e straniera, senza steccati e rigidità metodologiche, superando appartenenze settoriali e favorendo il dialogo aperto tra studiosi di diverse provenienze e generazioni. Restiamo ancora oggi convinti che in questo campo si giochino i destini della comprensione dell’esperienza giuridica e del nostro mondo. Di qui, il nostro rinnovato impegno.

A.B., G.M., O.P., G.R., R.T.


La relazione della Corte di Giustizia per il 2016

La Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha pubblicato sul suo sito l’Annual Report per il 2016 - Judicial Activity (Provisional Version - Synopsis of the judicial activity of the Court of Justice, the General Court and the Civil Service Tribunal). Sul sito, sono disponibili anche altri documenti correlati, i report precedenti e il riassunto sul report annuale stesso (“The year in review”).

Download


È legge il decreto Minniti

Le Camere hanno convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge 17 febbraio  2017, n. 13, recante disposizioni urgenti per l’accelerazione dei procedimenti  in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto  dell’immigrazione illegale.
Tra le novità di rilievo, di particolare  Importanza sembrano l’istituzione, all’art. 1, di sezioni giurisdizionali specializzate in  materia di immigrazione, protezione internazionale e circolazione dei cittadini  dell’UE cui vengono affidate specifiche competenze per materia (art. 3), la  cancellazione di un grado di ricorso, essendo ora possibile ricorrere contro la  decisione di un Tribunale sulla decisione di una commissione territoriale per  il riconoscimento dello status di rifugiato solo per Cassazione e al termine di  un iter speciale (art. 6), la nuova  denominazione di centro di permanenza per i rimpatri per i vecchi CIE (art. 19).

Download


Digitalizzata la raccolta della Lettera del Coccodrillo

Il Centro di eccellenza Altiero Spinelli (CeAS) dell’Università Roma Tre, il Consiglio italiano del Movimento europeo (CIME) e gli Archivi storici dell’Unione europea (ASUE) dell’Istituto Universitario Europeo (IUE) sono lieti di annunciare la pubblicazione on line della raccolta completa della “Lettera” del Club del Coccodrillo (Crocodile) nato nel 1980 per iniziativa di Altiero Spinelli. Si tratta di una raccolta ricca di interesse storico-documentale e di motivi di attualità, resa accessibile a tutta la comunità degli studiosi e al pubblico in generale come contributo di riflessione sulle sorti del progetto di unificazione europea, tanto più utile e significativo nell’occasione delle celebrazioni del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma.

Consulta la raccolta della Lettera del Coccodrillo

 

Digitized Crocodile Newsletters

The EU Centre of excellence Altiero Spinelli (CeAS), the Italian Council of the European Movement (CIME) and the Historical Archives of the European Union (European University Institute) are pleased to announce the online publication of the complete collection of the Newsletters of the Crocodile Club, which was founded in 1980 on the initiative of Altiero Spinelli.

The digitized Newsletters provide a rich collection of historically important topics that are still relevant. Therefore, as a contribution for the reflection on the fate of the European integration project, the institutes have made the Newsletters available to the scholarly community and the general public on the occasion of the 60th anniversary of the signing of the Treaties of Rome.

Access the Crocodile Newsletters


C'è un giudice alle Hawaii

Pubblichiamo qui il testo dell'Order della Corte federale distrettuale delle Hawaii, che restringe gli effetti dell'Executive order del Presidente Trump "Protecting the Nation from Foreign Terrorist Entry into the United States".

Read more