VIEW POST

View more
Uncategorized

LA DISTANZA DELLA SICUREZZA
Alcune osservazioni a margine del recente discorso di Emmanuel Macron alla Corte europea dei Diritti dell’uomo

By on November 16, 2017

Lo scorso 31 ottobre il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha tenuto un lungo ed importante discorso alla presenza del Plenum della Corte europea dei Diritti dell’uomo a Strasburgo, in occasione della sua prima visita ufficiale al Consiglio d’Europa. Il discorso (reperibile qui) colpisce per la ricchezza di contenuti, oltre che per il numero di questioni affrontate, con uno stile niente affatto formale, anzi, in alcuni passaggi addirittura molto diretto e, per così dire, poco diplomatico. La prospettiva del dialogo tra le Corti, da un lato, ed il riconoscimento della funzione di controllo che i giudici di Strasburgo…


VIEW POST

View more
Uncategorized

La “storia infinita” della regola Taricco. Recensione a A. BERNARDI, C. CUPELLI (a cura di), Il caso Taricco e il dialogo tra le Corti. L’ordinanza 24/2017 della Corte costituzionale, Napoli, Jovene, pp. 494.

By on November 9, 2017

Il recente volume curato da Alessandro Bernardi e Cristiano Cupelli recepisce in modo analitico ed esaustivo le diverse letture dell’ordinanza della Corte costituzionale n. 24 del 26 gennaio 2017, con cui quest’ultima, per la terza volta (recte: la seconda nel corso di un giudizio di costituzionalità in via incidentale), ha sollevato una questione pregiudiziale innanzi la Corte di giustizia dell’Unione europea. Il libro raccoglie trenta contributi a commento della pronuncia della Consulta, molti dei quali frutto della rielaborazione, da parte dei rispettivi Autori, delle relazioni al Convegno intitolato “Il caso Taricco e il dialogo tra le Corti”, tenutosi presso…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Convergenza dei diritti nazionali tramite standard tecnici? Recensione a “European Standardisation of Services and its impact on Private Law. Paradoxes of Convergence”, di Barend van Leeuwen, Hart, 2017.

By on November 6, 2017

Sebbene la standardizzazione tecnica dei prodotti commercializzati nel mercato europeo sia già stata oggetto di analisi giuridiche sistematiche e complete (prima fra tutte H. Schepel, The Constitution of Private Governance: Product Standards in the Regulation of Integrating Markets, 2005), molta meno attenzione ha ricevuto la nascente categoria di standard europei per la prestazione di servizi (H-W. Micklitz, Service Standards: Defining the Core Consumer Elements and their Minimum Requirements, 2007)

È proprio sulle prospettive della standardizzazione nel mercato dei servizi, le su interrelazione col diritto (privato), le sue prospettive ed i suoi limiti che si concentra Barend van Leeuwen nel suo…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Recensione a B. de Witte, A. Ott, E. Vos (eds), Between Flexibility and Disintegration: The Trajectory of Differentiation in EU Law, Edward Elgar, Northampton, 2017

By on November 2, 2017

Una costante dell’ultimo anno, specie all’indomani del voto del 23 giugno sul c.d. Brexit, è il richiamo alle possibilità offerte dagli strumenti asimmetrici e flessibili previsti nei Trattati europei per superare l’attuale fase di impasse che caratterizza il processo integrativo. L’ultimo esempio in ordine di tempo è offerto dalle dichiarazioni del Presidente del Consiglio dei ministri Gentiloni a proposito della c.d. web tax. Anche in precedenza, lo scorso marzo per la precisione, Italia, Spagna, Francia e Germania avevano insistito sull’opzione “Europa a più velocità” per rilanciare l’UE post Brexit. Eppure, quanto è stato sfruttato finora il potenziale asimmetrico dall’UE?…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Brexit: what the EU and UK still don’t agree on

By on October 26, 2017

As expected, the leaders of the EU27 decided at a summit in Brussels on October 20 that there had not been “sufficient progress” in the negotiations on the UK’s withdrawal from the EU to move on to talks about a post-Brexit trade relationship.

Some backbench British MPs and commentators, frustrated at the absence of talks on the trade relationship to date, would like the UK to break off negotiations and leave the EU without any withdrawal agreement. So how close is the UK to reaching the “sufficient progress” threshold – and what would it take to reach it by December, when the next European Council meeting…


VIEW POST

View more
Uncategorized

La prospettiva costituzionalistica sull’Ube. Recensione a “L’Unione bancaria europea. Profili costituzionali”, di Renato Ibrido, Giappichelli, Torino, 2017

By on October 23, 2017

In risposta alla crisi finanziaria iniziata nel 2008, l’Unione europea ha avviato la costruzione di una nuova e complessa architettura istituzionale. Mentre risale al 2010 l’istituzione del Sistema europeo di vigilanza finanziaria (Sevif), composto da tre nuove agenzie competenti per i tre comparti dei mercati finanziari (Autorità Bancaria Europea (Eba), Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati (Esma), e Autorità Europea delle Assicurazioni e delle Pensioni (Eiopa)), a partire dal 2013 il legislatore europeo è intervenuto con un progetto più ambizioso: l’Unione bancaria europea (Ube). Nell’ambito del primo dei pilastri che compongono l’Ube, il Meccanismo unico di vigilanza…


VIEW POST

View more
Uncategorized

La questione catalana e la forza perduta del diritto

By on October 19, 2017

Ortega y Gasset lo sapeva bene: la questione catalana, sosteneva nel 1932, “no se puede resolver”. Le ragioni delle istanze separatiste, che non potranno mai cogliersi del tutto sino in fondo, sono connesse, direttamente o indirettamente, a fattori antropologici e psicologici: mentre alcuni popoli desiderano ardentemente fondersi in grandi unità storiche, in nazioni di ampie dimensioni, altri, “por una misteriosa y fatal predisposición”, vivono continuamente l’ansia di distinguersi, di non confondersi. Le richieste di indipendenza catalane – concludeva Ortega saggiamente – possono per questi motivi solo essere tollerate e, diremmo noi, a distanza di ottant’anni, gestite.
Il primo ottobre è mancato proprio questo: la…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Refugees’ access to health services in the EU framework: what role for primary healthcare?

By on October 16, 2017

The contemporary conception of health is characterized by amplitude and complexity. These are features that need to be taken into account when analyzing the migratory phenomenon. With regards to its content, the definition given by the World Health Organization already in 1948, according to the WHO, health is “a state of complete physical, psychological and social well-being” and not simply the absence of an infirmity. However, such a broad definition of health prevents to make the content of a fundamental right, which could not be directly guaranteed in such broad terms only for citizens. A second profile of complexity…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Una pieza más nel puzzle del procés sobiranista catalano: la dichiarazione di indipendenza “sospesa”

By on October 12, 2017

Martedì 10 ottobre il Presidente della Generalitat catalana, Carles Puigdemont, ha posto un ulteriore tassello nel complesso puzzle del desafío indipendentista catalano.
Nel plenum del Parlament catalano, riunito su richiesta del Presidente della Generalitat (ex art. 169 del Regolamento del Parlamento catalano) per dar conto dei risultati della consultazione indipendentista della settimana scorsa, Puigdemont assume il “mandato” di dichiarare l’indipendenza catalana – la Catalogna come Stato indipendente con forma repubblicana – come risultato della consultazione catalana, salvo poi proporre che il Parlamento catalano ne sospenda gli effetti per favorire il dialogo con il Governo spagnolo e con l’Unione Europea e…


VIEW POST

View more
Uncategorized

Aspettando la Grande Chambre: uno sguardo alla sentenza Lorefice c. Italia e alla giurisprudenza precedente in materia di rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale in appello nel processo penale.

By on October 12, 2017

Con la sentenza Lorefice c. Italia del 29 giugno 2017, pronunciata su ricorso n. 63446/13, la Prima Sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha condannato all’unanimità l’Italia per aver violato l’art. 6 par. 1 della Convenzione. Nel caso in oggetto, il principio dell’equo processo risulta leso a causa della mancata rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale nel giudizio penale di appello. Negli ultimi anni, i giudici di Strasburgo hanno affrontato la medesima questione in relazione ad ordinamenti molto differenti tra loro dal punto di vista dei rimedi processuali (tra le sentenze più significative: Corte e.d.u., Gr. Ch., 15.12.2015, Schatschaschwili c. Germania;…